Il Barone Bagge
ore 20:00  Chiesa della Cattedra di San Pietro

«Fra crateri spenti, nebbie e pantani gelati, uno squadrone della cavalleria austriaca si addentra nell’ignoto. Sono centoventi uomini, vestiti e armati nello stile di un tempo ormai lontano, come una schiera di fantasmi a cavallo sperduti sul fronte orientale della prima guerra mondiale. Seguendo il loro scalpitare, seguendo il Barone Bagge e la fanciulla che egli ha sempre vagheggiato, si varca la soglia di un regno intermedio che è insieme dei vivi e dei morti, del sogno e della veglia perfetta». L’intensità del racconto di Alexander Lernet-Holenia è sottolineato dalle note di alcune pagine di autori, tra i quali Schubert, Beethoven, Chopin, Debussy, a toccare la passione, la delicata malinconia e la tragicità della morte.